Skip to content

Sandro Bondi superstar

by on June 1, 2013

Tagli

Sandro Bondi è l’unico politico del PdL che, pur senza particolari colpe, si è dimesso da qualsiasi carica abbia ricoperto. Il suo ministero della cultura crolla assieme alle mura di Pompei e, una volta riciclato in qualità di coordinatore del partito, si dimette (due volte) dopo il tracollo del PdL alle elezioni amministrative del 2011 e 2012.

bondi_sandro1_01

Invece di darsi all’ippica si dà alla poesia, infondendo in questa la passione, l’entusiasmo, l’appeal e la forza trascinante che ha sempre dimostrato in politica. L’ex sindaco comunista di Fivizzano, passato a Forza Italia dopo il corteggiamento di Berlusconi (“Bondi, lei è troppo bello per essere comunista”: si, ha detto così) è stato per vent’anni un ligio e grigio domestico del Cavaliere, ma da qualche giorno sta cominciando a mostrare il drago che è in lui; mi ricorda quei bambini che vengono vestiti dalla mamma (rigorosamente con pullover, polo e mocassini) fino all’età…

View original post 241 more words

From → Uncategorized

Leave a Comment

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s

%d bloggers like this: