Skip to content

Stéphanie Hochet, “Le effemeridi”

by on June 1, 2013

Se leggo molti libri non sono una persona migliore

Le effemeridi, Stéphanie Hochet.L’apocalisse bussa alla porta di Stéphanie Hochet, che in questo Le effemeridi ritrae l’umanità a un passo dalla sua fine, cosciente e terrorizzata nei mesi che seguono la vaga e mortifera annunciazione di un’estinzione imminente. Stéphanie Hochet rinuncia agli effetti speciali e affronta quietamente la catastrofe senza cedere alla melancolia; ci presenta un pugno di personaggi le cui turbolenze risalgono a momenti ancora ordinari, che l’eccezionalità disastrosa della nuova condizione umana ha rimesso in discussione in modo non banale. La delicatezza della narrazione ci porta per mano verso l’inevitabile esaurimento, al quale sopravviverà soltanto una nuova ferocissima specie di canidi, nostri pronipoti eletti, amorevolmente allevati da una coppia di lesbiche. Il romanzo è vibrante e breve, forse troppo. Centra il bersaglio non sbrodolando né gli orrori, né le informazioni, si muove su scenari appena suggeriti o accennati, e per questo ancora più inquietanti, abbandonando il lettore proprio quando ne…

View original post 24 more words

Advertisements

From → Uncategorized

Leave a Comment

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s

%d bloggers like this: