Skip to content

To Rome with love (una palla)

by on June 11, 2013

Ironica

La stagione dei telefilm viene e va… parodiando Battiato. E così molte serie chiudono per la pausa estiva, lasciando scie di sangue (Game of Thrones) e cliffhanger appetitosi (Doctor Who) o solo degli stuzzichini insipidi (Revolution).

In attesa di recuperare qualche serie per le serate calde, ho ripescato un film che, col senno di poi, avrei fatto meglio a lasciare affogare nel Tevere. Insieme a tutti gli interpreti di “To Rome with love” che ho visto ieri sera tra lo sconcerto e la tristezza.

Woody Allen è invecchiato male. Avevo apprezzato con qualche sforzo quel filmetto sui viaggi nel tempo a Parigi, ma questo proprio non si salva. Già dai titoli di testa ho capito dove saremmo andati a parare. Nonostante i font familiari delle scritte, la musica mi ha indicato chiaramente la china che stavamo per prendere. Niente jazz, niente swing, ma il Modugno più rappresentativo del Blu dipinto…

View original post 229 more words

Advertisements

From → Uncategorized

Leave a Comment

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s

%d bloggers like this: